Quattro chiacchiere con Giorgio Garello, ultra maratoneta.

La voce è squillante e potente, quasi arrivasse da polmoni più grandi di due braccia aperte. 

Giorgio Garello, Technical Representative di Asics Italia, ha corso più di cento gare tra Maratone e mezzamaratone. 

Non immagino nemmeno quanti paia di scarpe abbia utilizzato. 


Ho avuto la fortuna di parlare con lui qualche giorno fa. Una chiacchierata divertente e utile, che mi ha tolto qualche normale ansia per una Maratona, specie se è la prima come nel mio caso, e dato qualche buon consiglio.

Quasi appunti di viaggio, scritti su taccuino mentale lungo tutta quella strada. 




La testa prima di tutto. E potrei quasi fermarmi qui, perché vale a tutti i livelli di preparazione, allenamento, intensità dello sforzo, lunghezza della gara, obiettivi da amatore o da professionista. Con la differenza che l’amatore può e soprattutto deve puntare solo a divertirsi. Il risultato è finire, non il tempo.

L’atmosfera di una gara è bellissima, in una Maratona è estasiante. I giorni precedenti, la gente lungo il percorso, l’arrivo in mezzo alla confusione. Goditi tutto, specie la prima volta.


Per passione e per lavoro ho sempre sperimentato molto. Credo che i classici lunghi da 30 chilometri a tre-quattro settimane, poi scendere a 21 e 14 nelle settimane successive, siano un buon percorso di scarico. La settimana che porta alla Maratona dovrebbe essere dedicata al relax, anche a correre così per divertirsi, senza forzare mai.


Personalmente non ho mai usato integratori, sono attento all’alimentazione, nel senso che preferisco quella equilibrata. Anche l’efficacia di scaricare i carboidrati per qualche giorno, concentrandoli poi nei giorni a ridosso della Maratona è molto soggettiva. Ci sono professionisti, quindi atleti monitorati, che li ricaricano in 36 ore, per altri ne sono sufficienti 12. 

Piuttosto, l’acqua! Fondamentale sempre, qui ancora di più. Nei giorni precedenti bisogna bere anche 2 litri e mezzo al giorno, sempre senza forzare. Le rane nello stomaco non sono buone. E in gara, anche se magari non ti viene sete subito, perché magari fa un po’ freddo, bevi. Sorsi, senza gonfiarti, ma bevi anche al primo ristoro. Se ti viene sete, ormai è troppo tardi. Ai ristori attento ai sali minerali troppo densi, possono dare fastidio allo stomaco. Assaggiali e basta. E il bicchiere, sembrerà strano, va preso immergendo l’indice, come un cucchiaino in una tazza, e con il pollice e il medio a supporto. Se arrivi di corsa e lo impugni normalmente rischi di accartocciarlo.

La sera della vigilia festeggia con una pizza e un primo leggero.

Dormi!

Poi una buona colazione, magari un biscottino secco per ingannare la tensione qualche momento prima del via.

Usa la vasellina, sui capezzoli e tra le dita dei piedi. Se hai già sanguinato sai di cosa parlo.


In gara si riesce a tenere un ritmo più forte di 5 – 12 secondi al chilometro rispetto agli allenamenti, è l’atmosfera. Tu usa la testa e vai più piano. Perché 42 chilometri sono lunghi, lunghi. Se forzi rischi di rallentare, e quindi piantarti, negli ultimi chilometri e perdere tutto quello che magari hai costruito nella prima parte della corsa e in mesi di fatica. Cerca di essere costante tra la prima e la seconda parte.



Avrai uno stile di corsa ai 10 chilometri, ce ne sarà un altro ai 20, ci sarà quello per i 30 e poi quello per i 40. Agli ultimi due chilometri non te ne fregherà più nulla di come correrai, vorrai solo arrivare al traguardo e goderti tutta quella strana bellissima sensazione che accade sempre a tutti alla fine di ogni Maratona.”

Ciao, 


Alberto (@per4piedi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...