Joy Club 6060: primo quarto di viaggio

Oggi 22 gennaio 2017 il viaggio di Daniele Cesconetto chiamato Joy Club 6060 è arrivato ad un quarto del percorso.

Daniele ha concluso 15 delle 60 Maratone su tapis roulant, in 60 giorni consecutivi, pari a 632 chilometri e 925 metri. E calcolando le distanze, idealmente questo viaggio dal centro sportivo Joy Club di San Vendemiano a Lisbona, è arrivato in Francia. 

Lo scopo di Joy Club 6060? Raccogliere fondi per sostenere le attività della Via di Natale, associazione che assiste i pazienti del Centro di Riferimento Oncologico (CRO) di Aviano e le loro famiglie.

Moltissime persone hanno corso o camminato con Daniele dall’inizio di Joy Club 6060. Tanti piedi che si sono avvicinati e incrociati con quelli dell’ultramaratoneta trevigiano, anche per un saluto e un incoraggiamento a bordo tapis.


Questa settimana, Daniele è stato accompagnato da Roberto, imprenditore trevigiano, che segue da vicino le corse solidali di Cesconetto da un paio d’anni e che ha prenotato due pomeriggi di Maratona, come occasioni di team building per i propri collaboratori.  


Vezio di Ramera si è riallacciato le scarpe da corsa dopo più di due anni dall’ultima volta. Un incontro particolare è stato quello con gli organizzatori e alcuni partecipanti dalla “Treviso Night Runners” che, in occasione del loro allenamento collettivo notturno lungo il fiume Sile, hanno voluto raccogliere alcune offerte per  la Via di Natale di Aviano e le hanno consegnate a Daniele. 

C’è stata Laura, che gestisce una pasticceria, e Alessandro di Vittorio Veneto che si è dedicato l’intero pomeriggio di Joy Club 6060 per correre una Maratona con Daniele e festeggiare così il proprio compleanno, atteso da moglie e figlia al chilometro 42 a bordo tapis roulant.


Ci sono stati Marco e Paolo, che hanno coinvolto, grazie alla diretta streaming delle corse, i colleghi della multinazionale belga per cui lavorano. E Paolo ha tenuto una simpatica chiacchierata, analizzando gli aspetti motivazionali dell’impresa di Daniele Cesconetto. Poi c’è stato il trevigiano Andrea, esperto corridore di trail, e Francesca, advisor legale nel mondo finanziario, che ha iniziato a correre per caso e sogna la sua seconda mezza Maratona e forse anche qualcosa in più. 

Poi ci sono stati 10 dei 60 componenti della squadra podistica Nervesa Runners, nata meno di un anno fa con il passaparola via Facebook e Whatsapp, e i ragazzi del gruppo di corsa della palestra QuintoSenso di Quinto di Treviso. 


Joy Club 6060 prosegue fino all’8 marzo, ogni giorno.

Tifate per Daniele.

Ciao,

Alberto

(@per4piedi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...