Valencia: ho difeso il sorriso.

il

In qualche modo, venendo a patti con quella parte di corpo che inizia dal ginocchio e termina nella caviglia sinistra, con molta umiltà e una determinazione che non pensavo di avere (o di essere?), ho rispettato il mio corpo e difeso il sorriso.

Ph. Romina Zanchetta

Grazie al pensionato di Asti che mi ha dato buoni consigli, alla coppia Roma – Bari che mi ha fatto ridere e a Cuan che accompagnava suo padre Vincente.

E grazie a chi mi ha aspettato sulla linea del traguardo, con un sorriso da favola: e questo per me vale più di ogni medaglia! (E poi mi ha scattato questa foto e poi ha scoperto di aver realizzato il pb).

È la Maratona che è andata peggio per il tempo nell’orologio (in cielo, in Spagna dell’Est è estate) è quella che ricorderò con più affetto per umanità e gentilezza.

#4piedi #MakeItBright #foreverfinisher

Alberto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...