La deliranza.

Tu corri. Loro danzano.  L’ideale, la dimensione che ogni runner vuole raggiungere, è riuscire ad addomesticare talmente tanto la corsa da farla diventare una danza. Addomesticare, come la volpe ne Il Piccolo Principe. Correvo dentro l’umidità e la penombra, era un allenamento piuttosto buono, con il ritmo naturale suonato da tutto il corpo, quando noto…

George, uno che prepara.

Sono al terzo chilometro dietro a George e ho quasi finito il fiato. Guardo il cronometro. Stiamo procedendo ad un passo di 3 minuti e 51 secondi al chilometro. George è anche più veloce, avanti di una decina di metri da me. Corre dritto, con le spalle aderenti al corpo e gli avambracci che vanno su…

L’elemento umano.

Alcuni giorni fa stavo correndo in tarda mattinata a Conegliano.  Era sabato ed ero ad un paio di chilometri dalla fine dell’allenamento. Conegliano a quell’ora di sabato si sta ancora stiracchiando. Io mi trovavo lungo un rettilineo affiancato da una pista ciclabile.  Attraverso la strada all’altezza di una rotonda e aumento la velocità. Voglio coprire gli…

Lentamente.

Qualche tempo fa, da un’altra parte, ho raccontato l’avventura che mi ha portato a scoprire la sorgente del fiume Meschio. La corsa non c’entra, però – se ci penso bene – quella esplorazione ha influito molto sulla decisione di correre per cercare qualcosa dentro me attraverso l’esperienza del mondo ad una velocità e da un…

Densità.

Fa caldo in questi giorni? Quasi non ci si crede. Noto che molte persone cercano di concentrare alcune attività in orari non usuali e l’alba acquista un significato diverso. Non mi piace questo caldo, ma mi piace questo effetto. Per cercare il fresco, vedo molti runner che si svegliano prestissimo e corrono a svegliare il…

Parallelo.

“Quando hai superato il traguardo avevi una determinazione che non ti avevo mai visto addosso. Sembrava dicessi fanculo anche la Maratona. Mamma mia.”    Già, mamma mia. Poche parole, scandite dietro un sorriso perfetto e occhi lucidi di emozione e orgoglio. Quegli sguardi che hanno in sé un senso di futuro e di infinito, che…

Come quando fuori piove.

Mi alzo dal letto presto una domenica mattina e scelgo di andare a correre. Il sole in cielo è un “Buongiorno” da incorniciare. Decido di provare un percorso di 16 chilometri, che equivalgono a 10 miglia. Mi incuriosisce questa distanza e al confine tra estate è autunno, il 19 settembre a Bibione c’è una gara di…

Il contagio!

Il contagio è la situazione in cui qualcosa si propaga e si moltiplica e che genera qualcosa di nuovo. La corsa, il movimento, per me sono un contagio positivo. Così capita in un giorno, come oggi, che vengo svegliato da una telefonata sulla soglia dell’alba: “Sono in coda al gruppo, vado con il mio passettino,…

La Casa del Buongustaio.

Sono un runner sensibile.  Fortunatamente non sensibile alla strada. Ogni passo è in avanti, senza perdere di vista né il prossimo traguardo, né da dove provengono i miei passi.  Sono sensibile ai luoghi dove mi sento a casa, alla loro storia e atmosfera. E sono sensibile ai rapporti con le persone, specie con quelle che…

5 alle 5 vista dal Dada.

Venerdì 5 giugno, 5 chilometri di corsa, alle 5 del mattino, attraverso gli scorci più suggestivi di Treviso. E Dada la vede così 😄