“No te detengas”, perché abbiamo tutto da vincere.

Ma come? Finisce l’anno e non hai raccontato della Maratona di Valencia? Ogni parola, ogni istinto, maturano nel momento giusto, basta avere pazienza, la pazienza tenera e grintosa del Maratoneta (vero Gaia?) e tutto arriva. E così, eccomi a bordo divano, a ripensare all’ultima Maratona. La peggiore, se guardassi l’orologio, l’indimenticabile per quello che mi…