Nessuna volpe in giro.

Parti prima che la città si svegli.  È sabato mattina e più di qualcuno sta già lavorando nel mondo. Quindi, ancora una volta, la corsa ti ricorda che sei un privilegiato per il solo fatto di poter fare una cosa che ti piace tanto. Hai un obiettivo, ambizioso, affrettato, matto. Tu ci provi, perché sei…

L’elemento umano.

Alcuni giorni fa stavo correndo in tarda mattinata a Conegliano.  Era sabato ed ero ad un paio di chilometri dalla fine dell’allenamento. Conegliano a quell’ora di sabato si sta ancora stiracchiando. Io mi trovavo lungo un rettilineo affiancato da una pista ciclabile.  Attraverso la strada all’altezza di una rotonda e aumento la velocità. Voglio coprire gli…

Parallelo.

“Quando hai superato il traguardo avevi una determinazione che non ti avevo mai visto addosso. Sembrava dicessi fanculo anche la Maratona. Mamma mia.”    Già, mamma mia. Poche parole, scandite dietro un sorriso perfetto e occhi lucidi di emozione e orgoglio. Quegli sguardi che hanno in sé un senso di futuro e di infinito, che…

Come quando fuori piove.

Mi alzo dal letto presto una domenica mattina e scelgo di andare a correre. Il sole in cielo è un “Buongiorno” da incorniciare. Decido di provare un percorso di 16 chilometri, che equivalgono a 10 miglia. Mi incuriosisce questa distanza e al confine tra estate è autunno, il 19 settembre a Bibione c’è una gara di…

Il primo passo per volare.

La prima volta che ho indossato le prime scarpe da corsa ho girato per l’appartamento dove abito per mezz’ora. Fingevo di cercare qualcosa. Ero combattuto tra uscire e provare a vedere com’è correre e togliermi le scarpe. Sono uscito, ho corso per meno di un paio di chilometri, ho lasciato l’anima dietro ad un cespuglio….

Oltre (volevo solo fare rafting)

Qualcuno tempo fa mi ha chiesto di scrivere qualche pensiero a riguardo del vocabolo “oltre”. Scrivere, specie quando si tratta di qualcosa di personale, significa mettere nero su bianco se stessi.  Quindi ho spento il computer, ho preso la mia stilografica con qualche foglio di carta bianca e ho iniziato a farmi scorrere. Scrivere riflessioni…

Latitudine.

Visto il bene che ti voglio, prego perché tu possa vivere prima o poi gli ultimi momenti di una Maratona, senza attraversare però i chilometri dal 38 al 41. La cronaca dice che il 29 marzo 2015 l’Unesco Cities Marathon è stata la mia prima Maratona, che al traguardo sono arrivato in 4 ore e…

Come quando fuori piove (1.000 km).

Come quando fuori piove e tu in casa ti annoi un po’. Magari lanci verso il soffitto una pallina di gomma bianca con striature colorate, la osservi rotolare salendo, l’attimo che resta sospesa a metà di qualcosa, e poi scende. Come quando fuori piove e, anni dopo, il primo giorno di primavera esci a correre….

La vigna del Dada per UNESCO Cities Marathon.

E ora fate tutti un applauso per Dada che con la sua ultima vignetta presenta l’Unesco Cities Marathon. Andrea e io la correremo domenica 29, da Cividale del Friuli a Aquileia. Sarà la seconda Maratona per Andrea in 29 giorni, per me sarà il debutto. Questa vignetta racchiude molto di quello che c’è stato negli…

Verso l’Isola che non c’è.

Poi ti trovi in una città italiana, non importa quale sia. Basta sapere che ha due parchi, un fiume, diversi multisala, locali e supermercati, ma anche cinema da un film per volta, bar di quartiere e quelli che in veneto sono ancora chiamati “casolin”. Tutti ingredienti per andare a correre e trovarsi a vivere un’avventura…