Smile, dietro il sorriso di Mo Farah.

Un pizzico della vita di Mo Farah raccontato in un video di un minuto, intitolato Smile. Dietro il sorriso dopo il traguardo, dietro ai successi, alla gloria e ai riflettori, ci sono piedi doloranti, pelle insanguinata, lunghe ore di solitudine ad allenarsi o recuperare la fatica dentro il ghiaccio. E poi, quando tutto è finito,…

5 alle 5, e qualcosa in più. 

Duemilaeduecento è un numero pacioccone. Ed è bello da scrivere. Ancora di più da vedere, specie se animato da altrettante magliette arancio, che anticipano il colore dell’alba sopra Treviso, in venerdì di inizio giugno che è già estate. In effetti, alla 5 alle 5 trevigiana mancano solo la spiaggia. Brioche, frutta e the caldo ci…

Cesconetto, di corsa. Agli ordini! 

Mi arriva una email al blog. “Alberto, vorrei iniziare a correre, mi hai convinto che è una bella cosa. Cosa devo fare per prima cosa? Quali scarpe e orologio mi consigli di acquistare?” Dunque, la corsa e lo shopping non sono proprio la stessa cosa. Però ho trovato la domanda interessante. La corsa mi ha…

#RuntoNYC: … e se? 

La formula magica sembra essere passi brevi, senza fretta, ma costanti. La salita è molta e oggi ho il vento contro e pioviggina. Qualcuno mi ha detto che nella storia entrano gli scalatori, non i discesisti. Intendeva che ci sono alcune prove necessarie per arrivare dove la meta è ancora nel mondo dei sogni. E…

Francesco non prende più l’ascensore.

Francesco prende l’ascensore. Le scale non gli vanno giù. La stazza è massiccia, i piedi sostengono un buon peso. È una buona forchetta e si dedica un sacco al lavoro. C’è un futuro da costruire a partire dal presente. Ed è già così da un numero di anno, sufficienti per essere abbastanza. Però un giorno, Francesco…

#RuntoNYC: negli occhi di chi l’ha corsa.

Quando corre, Valeria guarda il mondo da un paio di occhiali da sole sportivi. Hanno le lenti rosso laser. Stiamo correndo su un falso piano dalle parti di Sarmede, dove sulle pareti delle case ci sono tanti disegni buffi. Maghi, giocolieri, uomini che volano. Qui si tiene il Festival dell’illustrazione per l’infanzia. Valeria è un’ultramaratoneta….

#RuntoNYC: quanta dedizione per arrivare alla meta.

Se arriverò al traguardo della Maratona di New York sarà merito anche di un cane, del quale non saprò mai il nome.  E questo Romina lo sa perché glielo ho detto, al diciottesimo chilometro della nostra quasi mezza Maratona autogestita. Eravamo sul pontile vicino alla chiesa dei pescatori di Caorle. Abbiamo osservato quel cane per…

Diadora Blushield: back to the future!

Un’idea e quattro anni per realizzarla. Il periodo tra due Olimpiadi. E forse diversamente non può essere se l’idea viene a Gelindo Bordin e viene sviluppata in modo trasversale da tutto il team di Diadora. E si tratta di quelle idee talmente semplici nella teoria e innovative nella resa, che l’oro olimpico della Maratona di Seul…

Le braccia 

Dicono che le braccia nascano dalla schiena, innestate dove si crea il respiro, poiché una volta erano le nostre ali.  Non so se sia vero, però so che per continuare a volare bisogna sbattere forte le ali. Un abbraccio, Alberto (@per4piedi)

100 metri ancora.

Queste parole sono state ispirate da un ragazzo di 12 anni di nome Giacomo, che gioca a basket, balla la break dance, cucina, viaggia. Cresce. Vive. Parlavamo delle differenze tra velocità e resistenza nella corsa. A 12 anni si può essere interessati ad argomenti così, scopro. Mi racconta che, per giocare bene a pallacanestro, spesso…